Cataratta ereditaria nel bulldog francese

La mutazione del gene HSF4 associato alla cataratta ereditaria nel bulldog francese, sebbene la sua frequenza complessiva in questa razza sia sconosciuta.

Come si manifesta la cataratta ereditaria

La cataratta è una delle patologie ereditarie che colpisce l’occhio, è di origine ereditaria nei bulldog francesi. La cataratta è l’opacità nella lente dell’occhio causata da cambiamenti strutturali nelle proteine ​​della lente.

Una lente normale consente alla luce di passare attraverso di essa alla retina nella parte posteriore dell’occhio.

La luce non può passare attraverso le parti dell’obiettivo colpite dalla cataratta e la visione diventa sfocata.

I bulldog francesi con cataratta ereditaria si presentano più comunemente entro poche settimane o mesi dalla nascita con piccole cataratte visibili in un esame oculistico veterinario.

La cataratta da questa malattia alla fine interesserà l’intera lente in entrambi gli occhi portando a una completa cecità tra i 2-3 anni di età.

Da notare che non tutte le forme di cataratta sono ereditate e fattori ambientali come il danno UV possono anche avere un ruolo nella gravità della malattia.

Quali test genetici deve eseguire un allevatore

I test genetici del gene HSF4 nei bulldog francesi determineranno in modo affidabile se un cane è portatore genetico di cataratta ereditaria.

La cataratta ereditaria nel bulldog francese è ereditata in modo autosomico recessivo , il che significa che devono sviluppare due copie del gene mutato (una per ciascun genitore) per sviluppare la malattia.

In generale, i cani portatori non hanno caratteristiche della malattia ma quando vengono accoppiati con un altro portatore della stessa mutazione, esiste il rischio di avere i cuccioli colpiti.

Ogni cucciolo nato da questo accoppiamento ha una probabilità del 25% di ereditare la malattia e una probabilità del 50% di ereditare una copia ed essere portatore della mutazione del gene HSF4.

Test genetici affidabili sono importanti per determinare le pratiche di allevamento. Poiché i sintomi potrebbero non comparire fino all’età adulta, i test genetici devono essere eseguiti prima della riproduzione.

Al fine di eliminare questa mutazione dalle linee riproduttive ed evitare il potenziale di produzione di cuccioli colpiti, si sconsiglia l’allevamento di portatori noti tra loro.

I bulldog francesi che non sono portatori della mutazione non hanno un rischio maggiore di avere cuccioli colpiti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + 8 =